Rufi, Tora e Ditto

Tempo fa, io e il mio fidanzato Davide fummo presi dall’insostenibile “voglia di amici pelosi” e andammo a Mondogatto in un pomeriggio autunnale. Eravamo entrati nel recinto con l’intenzione di portare a casa un micio trovatello. Tornammo a casa con due pesti.
Io mi innamorai di un persiano bianco, appena entrato nelle vostre fila. Davide invece fu ammalliato da Ditto, un tuxedo cat di 5 kg, perfetto nella sua livrea bianca e nera.


Purtroppo il persiano era ancora in quarantena e Ditto già nel recinto, quindi dovetti abbandonare l’idea di portare a casa loro due insieme.
Rattristata mi sedetti all’interno del recinto ad osservare Davide con il suo nuovo compagno di giochi e mentre ero assorta nei miei pensieri… ecco arrivare un batuffolo di otto mesi, tutto tigrato e malfermo sulle zampe.
Era Tora, un micino molto sfortunato, con problemi di equilibrio. Mi innamorai immediatamente.

Fu così che io e Davide iniziammo la nostra aventura felina. Tutto questo avveniva nell’autunno del 2004.

Ma si vede che il destino gioca degli scherzi beffardi e quindi lo
scorso luglio, al rientro dall’orario di lavoro, ho sentito dei miagolii provenire dal cofano di un’auto parcheggiata sotto il mio ufficio…
Dentro era nascosto un piccolo tesoro: Rufi.

Adesso siamo in 5 in famiglia: io, Davide e i nostri amici pelosi. Che ne combinano di tutti i colori.
Rufi e Tora hanno subito legato, mentre Ditto fa un po’ loro da papà, visto che il più anziano dei 3.
Dormono tutte le notti nel nostro letto, Tora sul cuscino, Rufi sotto le coperte e Ditto sui piedi e si fanno coccolare in continuazione.

Elisa

Contenuti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*