Pimpa

Oggi la mia Gattina Pimpa ha lasciato il suo corpicino per esser finalmente libera di scorrazzare per ogni dove di questo mondo e del mondo più grande e fatto di sola felicità dove un giorno ci incontreremo nuovamente.
Aveva 18 anni e mezzo, un’età importante per un gatto!!! E’ stata bene per tutta la sua vita, nemmeno una volta dal veterinario e solo in questi ultimi giorni il suo corpicino si è ammalato.

Oggi soffriva, non riusciva a camminare, non mangiava. In po più di una settimana si era ridotto ad uno scheletrino.
I gatti hanno una sogli del dolore molto più alta di noi, ma oggi la sua sofferenza era troppa e si lasciava sfuggire dei miagolii di dolore.

Abbiam deciso con mia mamma e i miei nonni che non era giusto farla soffrire così.

Si è addormentata mente la accarezzavo e le tenevo il musino tra le mie mani. Era nella sua cuccia preferita, l’igloo che mia mamma le aveva comprato non molto tempo fa per farla stare al calduccio. A dir la verità il suo dormire preferito era coccolata accanto a noi!

Si è addormentata ed ha smesso di soffrire.

Pimpa sono sicuro che adesso mi sta guardando scrivere, è un giorno tremendo è vero, ma da 18 anni fa quando tornato a casa da scuola – facevo la prima media – l’ho trovata saltellare irrequieta in cucina, ad oggi quando l’accarezzavo mentre stanca si lasciava riposare sul tappeto in corridoio, Pimpa ci ha regalato così Tanto Amore e così Tanti ricordi Meravigliosi, che non posso che dirle Grazie e dire grazie al Signore.

Ora è con Lui ed è con Noi e mentre riguardo le sue foto e vorrei accarezzarla e darle da mangiare e giocare con lei come se non fose successo nulla, so che la vita compie il suo corso, un corso inevitabile…

…ma come una persona Speciale con un Cuore Enorme e a me Carissima (la Più Cara) mi ha ricordato mentre in lacrime cercavo una parola di conforto, questa che chiamiamo “”vita””, è solo parte di un Qualcosa di ben più Meraviglioso ed è in questo Qualcosa dove un giorno tutti ci ritroveremo che Pimpa adesso corre, salta, mangia e fa le fusa.

E da lassù lei ci vede e ride felice perchè sa quanta Gioia e Sorrisi ed Amore ci ha dato e sa quanto ne ha ricevuto e ne riceverà perchè in attesa di riincontrarla, non la dimenticheremo mai.

Oggi pomeriggio i miei nonni, poco prima che andassi, guardavano dei vecchi filmini dove apparivano nostri parenti che io non ho avuto la fortuna di conoscere perchè purtroppo se ne sono andati prima che io nascessi.
Tra essi c’era però la mia bisnonna Giulia. Le volevo un Bene dell’Anima, anche se ero piccolo e talvota le davo degli sculaccioni e non ero poi cosi gentile….

Gli animali, non possono parlare, ma il loro esprimersi è fatto di gesti e di una bontà che dovrebbe essere di esempio a molte persone.

C’è un posto per noi alla fine fine del percorso e c’è anche per loro!!!! e il posto è lo stesso!!!
Pimpa adesso è accanto alla mia bisnonna Giulia, alla Winnie – il chow chow che i miei nonni avevano quando ero piccolo – e a tutte le persone care che con il loro ricordo e la loro energia ci guidano e ci proteggono.

Vorrei che le mie parole potessero far fare anche solo un piccolo sospiro di sollievo come è successo a me quando mi son state ricordate!
Il dolore non lo si può evitare, ma lo si può vivere con la consapevolezza che Tutto il Bene che sentiamo come strappatoci via, è in relatà ancora con noi e lo sarà per sempre.

…e quando incontrerò nuovamente Pimpa, magari potrò pure parlarci e farmi spiegare come mai faceva sempre tutti i suoi bisogni a giro per la casa e specialmente in camera mia!!! ehehehehehe

La Mia Pimpa mi voleva e ci voleva Tanto Bene (il testo sulla foto e suo!!! è firmato con la sua impornta) e Noi a Lei!

Salva

Salva

Contenuti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*