Penelope

Penelope è stata la mia compagna di vita per oltre 14 anni.

Era fedele come un cane e innamorata di me come io lo ero e lo sono di lei. Ovunque fossi lei era con me, al computer, davanti alla tv, a letto, nei viaggi, nei traslochi. Abbiamo condiviso tutto, fino al suo ultimo respiro.

L’ho accompagnata dolcemente nel suo trapasso, l’ho stretta a me, dicendole quanto l’avessi amata e ringranziandola per tutto ciò che mi aveva dato in questi anni, mentre il veterinario poneva fine alle sue sofferenze. Mi è costato regalarle quel dolce sonno, ma dopo aver provato tutte le cure possibili e un ricovero in clinica, non c’è stato più niente da fare e iniziava a soffrire a causa del cancro. Una malattia subdola che l’ha consumata lentamente, facendole prima perdere peso e poi alterandole il metabolismo e la funzionalità epatica. Penelope ha lasciato nella mia vita un vuoto che nessun altro animale potrà colmare del tutto. Voglio ricordarla abbracciata a me nel lettone, mentre mi faceva le fusa nelle lunghe notti d’inverno. Allora io le baciavo la testina e lei appoggiava la sua zampetta sulla mia mano. Penny, ti ringrazio per la splendida gatta che sei stata.

Salva

Contenuti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*