Oliver

Da sempre amanti degli animali, in particolar modo dei gatti, alla prima ricorrenza il mio fidanzato si presentò nella nostra nuova casa con un dolce micio tigrato. Marvin timoroso e spaventato dopo pochi giorni si ambientò perfettamente al nuovo ambiente. Dopo circa nove mesi dal suo arrivo decidemmo che in due sicuramente si sarebbero maggiormente divertiti… Così, senza neanche dovercelo dire, tornammo in quel meraviglioso rifugio di Mondo Gatto, dove avevamo trovato tanta disponibilità e preparazione. Subito ci saltò agli occhi un gattino di pochi mesi bianco e rosso che continuava a saltare e a miagolare quasi a dirci “eccomi sono qui “e così fu. L’arrivo a casa non fu assolutamente traumatico per il nuovo arrivato Oliver. Sin da subito dimostrò di aver un carattere vispo e determinato, tanto che il “grande” ne fu totalmente travolto. Divennero sin dall’inizio inseparabili, tra lotte e coccole varie. Oliver aveva un carattere giocherellone, pazzo e imprevedibile ma allo stesso tempo dolce e bisognoso di coccole. Amava sdraiarsi di fianco a te, addormentarsi sul collo e rimanere li per ore intere, fino a quando o decidevi di spostarlo o di entrare in apnea! Era la nostra ombra sempre in cerca d’attenzioni e sguardi. Parlo al passato perché purtoppo Oliver non è più con noi. A pochi mesi dall’arrivo a seguito di consueti esami, scoprimmo che Oliver era affetto da FELV, ossia dalla leucemia felina. Fu un colpo durissimo per tutti noi, una notizia difficile da accettare, vedendolo cosi cucciolo e pieno di vita. Sperammo e scongiurammo che i primi sintomi si sarebbero manifestati il più tardi possibile, di riuscire a vederlo crescere almeno un po’. La brutta bestia invece si presentò presto, prestissimo, troppo presto. In poco tempo ci portò via un fratello e un bambino “peloso” . Con la speranza che si trovi come nel nostro immaginario nel “ paradiso dei gatti”, in salute e serenità. Ciao Oliver. Da noi tutti.

Dopo tanta sofferenza e cura è stato “adottato” un nuovo membro della famiglia che ha donato allegria e felicità. Camillo è proprio il suo degno erede!!

Salva

Contenuti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*