Alice

“Alice piccola e fragile micia, mi manca tanto la tua discreta ma costante presenza, il tuo essermi dolcemente accanto, quando ero seduta e tu eri sulla sedia a me vicino, o in braccio, mentre mangiavo, studiavo, leggevo o il dormire con me condividendo il cuscino.
Chissà se ora non avrai più paura, se avrai dimenticato il tuo brutto passato, di quando ti abbiamo trovata sfinita, affamata e spaventata e se con te avrai portato il nostro ricordo e la fiducia in noi.
Con questa fiducia e assieme ai tuoi, ai miei amici, mi devi aspettare.
Mancata il 15 Aprile 2015, con noi dal 8 Febbraio 2003”

Salva

Contenuti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*